lunedì 27 gennaio 2014

[Recensione] Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico di Luis Sepùlveda

Titolo: Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico
Titolo originale: Historia de Mix, de Max y de Mex
Autore: Luis Sepùlveda
Editore: Guanda
Genere: Narrativa
Numero pagine: 86
Data pubblicazione: 15 novembre 2012
ISBN: 978-8823503335
Prezzo: €10

Trama: 
Monaco. Max è cresciuto insieme al suo gatto Mix. È un legame profondo, quasi simbiotico. Max, raggiunta l'indipendenza dalla casa paterna, va a vivere da solo, portandosi dietro l'amato gatto. Il suo lavoro, purtroppo, lo porta spesso fuori casa e Mix, che sta invecchiando e sta perdendo la vista, è costretto a passare lunghe giornate in solitudine. Ma un giorno sente provenire dei rumori dalla dispensa di casa e intuisce che lì si nasconde un topo... Un'altra grande storia di amicizia nella differenza, questa è la magia di Luis Sepúlveda.

Recensione:
Ho questo libro da mesi. L'ho comprato con il migliore dei propositi, convinta che lo avrei di certo inserito tra una lettura e l'altra. Ma purtroppo non ne ho avuto occasione, fino alla settimana scorsa. 
L'ho iniziato e finito in un'oretta, mentre mi riposavo dallo studio e per distaccare la mente da American Gods (recensione). 
Avevo già letto "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" di Luis Sepùlveda e mi era piaciuto molto, anche se era più indicato per i bambini. E per questo ho deciso di leggere anche questo, che in realtà pensavo fosse il continuo della storia di Zorba. Poi ho letto la trama e mi sono resa conto che era una storia a sé, ma ho deciso comunque di acquistarlo. 
Max è un ragazzo che vive a Monaco di Baviera ed è cresciuto insieme al suo gatto Mix. La loro amicizia è indissolubile e li unisce per tutta la sua adolescenza. Quando Max decide di andare a vivere da solo, lo porta con lui in un piccolo appartamento in città ed è proprio lì che hanno inizio le loro avventure. 
Il gatto mi ha fatto molto pena, perché poverino nel corso della storia perde la vista e non può più comportarsi come un normale gatto: non può uscire all'aria aperta, non può più arrampicarsi in soffitta per ammirare il panorama che si estende intorno alla palazzina dove vive. 
Poi, però, in quello stesso appartamento scopre di non essere solo: infatti c'è un altro piccolo coinquilino infiltrato, ovvero Mex, un topo. 
La loro diversità li porterà a intraprendere una bella e tenera amicizia, che condurrà il gatto a fidarsi talmente tanto del topo da chiedergli di essere i suoi "occhi" durante una scorribanda sui tetti del vicinato. 
E' un libro per bambini (dai sei anni), ma anche per i bambini un po' troppo cresciuti! 
Lo stile di Sepùlveda è molto semplice e delineato, ma per niente banale. Le sue storie nascondono sempre un significato importante. 

Valutazione:
Copertina: 7.5 (italiana) 7.5 (versione in spagnolo)
Stile: 7.5
Trama: 7.5




E voi lo avete letto? O avete intenzione di leggerlo?
Fatemi sapere!


Tania

14 commenti:

  1. Risposte
    1. E' davvero molto carino nella sua semplicità! Te lo consiglio! :)

      Elimina
  2. Anch'io avevo letto "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" e mi era piaciuto molto.. anche il film era carinissimo..
    Questo libro dev'essere dolcissimo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si! Mi ha fatto molta tenerezza!! Soprattutto il gatto. :)

      Elimina
  3. Dev'essere di una dolcezza incredibile!!!! :) Non credo che lo leggerò, Sepulveda non è esattamente nelle mie corde, ma la tua recensione mi è piaciuta molto... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! :)
      Appena l'ho visto in libreria mi ha ricordato molto l'altro della gabbianella e del gatto che ho letto taaanti taaanti anni fa! Non potevo non leggere anche questo!

      Elimina
  4. Tania... cioè.... Non ero ancora tua lettrice fissa!!!
    Oddio, mi prendo a schiaffi da sola!! Ero sicura di essere follower ma nelle notifiche non arrivava niente e credevo non postassi nulla... oh mamma che rimbambita!
    Va beh comunque io ho sempre voluto leggere qualcosa di Sepulveda ma non mi sono ancora decisa a prenderne uno :(
    rimedierò....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Non ti preoccupare!! :D
      Si, guarda io mi sa che ne compro un altro di Sepulveda! Ma non so ancora quale! Anche se è per bambini i suoi libri hanno sempre dei significati profondi. Cioè, non scrive a caso, ecco!

      Elimina
  5. Non ho letto questo libro di Sepulveda,ma il suo stile mi piace molto.
    Tra l'altro ho avuto la fortuna di vederlo dal vivo alla presentazione di un libro e devo dire che mi ha fatto un'ottima impressione proprio come persona :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *___* lo hai visto dal vivo?? Fantastico!!!
      Si, poi da come scrive si vede che ha una personalita' particolare!

      Elimina
  6. voglio leggere da tempo "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" e anche questo mi sembra molto carino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te li consiglio entrambi! Sono molto carini ^^

      Elimina
  7. Ho letto pochi giorni fa "Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza" e non mi è dispiaciuto! Mi segno anche questo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo devo assolultamente leggere quello! Già il titolo è tutto un programma!! :)

      Elimina